salta la barra
logo Unione Italiana Ciechi Sei in: Unione Italiana Ciechi  Documenti  relcon2020
 indietro
Documenti

Relazione consuntiva per l'anno 2020


Care amiche ed amici,

ringrazio tutti voi della presenza a questo momento molto importante per la vita associativa della nostra sezione e desidero iniziare questa relazione ripercorrendo alcuni momenti significativi di un anno così particolare come è stato quello appena trascorso.
E’ impossibile non riflettere sui cambiamenti che la pandemia ha prodotto nella vita quotidiana di tutti e ancor più per le persone con problemi visivi. Questo tempo può trasformarsi in un autentico calvario carico di nuovi ostacoli e fatiche. Come Unione Ciechi e Ipovedenti stiamo facendo di tutto per non lasciare soli i nostri soci ed amici, ma abbiamo bisogno dell’apporto dell’intera società. Sì, questo tempo, pur così drammatico, può essere l’occasione per diventare più attenti verso le persone fragili. E questo sarà sempre il nostro appello e l’obiettivo da perseguire.
Il 2020 è stato un anno particolarmente significativo. Infatti, oltre al rinnovo dei Consigli Provinciali, Regionali e degli Organi Sociali della Sede Centrale, l'evento certamente più atteso è stato quello delle celebrazioni del centenario della nostra Unione, fondata nel 1920. Ma parlare di festeggiamenti sarebbe stato davvero fuori luogo. I gravi problemi legati a questa pandemia hanno portato alla sospensione degli eventi pubblici previsti, proprio una manciata di giorni dopo l'evento di partenza di Catania. Tuttavia la Sede Centrale ha fatto in modo che la ricorrenza non passasse, comunque, inosservata organizzando un evento online con una cerimonia che prevedeva l’annullo del Francobollo serie tematica "Il senso civico" dedicato all'Unione Italiana dei Ciechi e
degli Ipovedenti in occasione del Centenario in collaborazione con Poste Italiane Filatelia e Ministerodello Sviluppo Economico.
I mesi di Marzo e Aprile sono stati di chiusura totale, a parte le riunioni telefoniche che qualche Consiglio territoriale e regionale ha svolto. Anche le assemblee territoriali e regionali sono state rimandate e così le elezioni dei loro nuovi Consigli. Una cosa che non era mai avvenuta.
E che dire del Congresso Nazionale?
In quest'anno davvero speciale sia perché è stato quello del “Centenario”, sia perché si è svolto interamente online, tutti i delegati sono stati chiamati a progettare il futuro del nostro grande sodalizio, in una maniera assolutamente nuova e inconsueta.
Anche la nostra sezione ha svolto la propria assemblea nel mese di Luglio. In questa sede desidero sinceramente ringraziare tutti i soci che, sfidando il caldo, hanno partecipato e la numerosa rappresentanza delle amministrazioni comunale, provinciale e regionale che hanno portato il loro saluto.
Ripensando, però, ai cento anni trascorsi, moltissimo è stato fatto. Penso, ad esempio, alla possibilità per migliaia di persone cieche di studiare e di intraprendere una professione lavorativa; penso a strumenti come le pensioni e le indennità di accompagnamento, che hanno garantito indipendenza e libertà nel progettare il proprio futuro; penso alle conquiste sul piano dell’autonomia personale, della tecnologia e della cultura. Pur con tutte le sfide che quotidianamente affrontiamo, non possiamo esimerci dal riconoscere le conquiste fatte e da questo trarre l’impegno nel proseguire su questa strada.
Passiamo adesso a ripercorrere la vita della nostra sezione nell’anno appena trascorso.

Progetti

Fin dall’inizio dell’anno abbiamo cercato di riprendere, pur con la necessaria cautela, gli incontri di socializzazione.
Con l'associazione Arcantarte è stato redatto un progetto denominato "Visivamente", presentato e sostenuto dall’Amministrazione Comunale. Il 22 febbraio si è tenuta l'inaugurazione della mostra tattile al buio denominata appunto “Visivamente”. Erano presenti rappresentanti del Comune e della Provincia. TV Prato ha fatto un servizio su questo evento.

Purtroppo a causa dell’inizio della pandemia non è stato possibile ospitare le molte scolaresche che avevano chiesto di partecipare. I visitatori sono stati in totale oltre 220.
L'ottimo risultato raggiunto da questa manifestazione è il frutto della sinergia tra tutti i soci e i dirigenti che, con grande affiatamento, si sono succeduti nel guidare i visitatori.

Nel mese di febbraio abbiamo incontrato 3 classi dell'istituto Gramsci Keynes per la presentazione del libro l’Ombra della luce, con una buona partecipazione da parte dei ragazzi che sono risultati particolarmente interessati.

L'associazione Arcantarte ci ha chiesto la collaborazione nella realizzazione di un video per il progetto Tisability. Il progetto si proponeva di far emergere le abilità di soggetti fragili (anziani, disabili, ecc.) Il video è stato presentato nella giornata internazionale delle persone disabili, il 3 dicembre, nel corso di un evento online con la presenza dell’assessore alle pari opportunità Ilaria Santi. Nel video erano presenti vari nostri contributi di esperienze in ambito sportivo, ricreativo e culturale.

Il 9ottobre viene pubblicato su Notizie di Prato il progetto di audio descrizione per Masha e Orso:
"Masha e Orso" è uno dei cartoni animati più famosi al mondo. I bambini ciechi o ipovedenti, però, possono solo ascoltare i dialoghi tra i due simpatici protagonisti senza avere la minima idea del contesto e della scena in cui si inseriscono”.
Per colmare questo gap è nata una sinergia tra gli ideatori del progetto denominato "Audiocartoon" Daniele Di Bella, nostro socio e attore per passione, Cristiano Gazzarrini, regista, e la nostra sezione UICI.
Daniele e Cristiano hanno costituito un gruppo di lavoro formato da sceneggiatori, esperti del settore, membri e volontari UICi per individuare le esigenze dei bambini non vedenti e tradurle, poi, in tracce di audiodescrizione che aiutino i bambini stessi a godere appieno della bellezza e dei significati delle puntate del simpatico e fortunato cartone animato russo.
Attualmente stiamo mettendo in atto strategie per la raccolta fondi a sostegno di questo progetto.

Attività amministrative e vita della sezione

Nel corso del lockdown la nostra segretaria ha potuto lavorare per un periodo in smartworking e abbiamo potuto usufruire parzialmente della cassa integrazione. La volontaria del servizio civile, al contrario, ha dovuto sospendere la sua attività per due mesi, che sono stati recuperati a fine periodo.

Nel mese di gennaio si è svolta una cena benefica a nostro favore con i tre service Lions Club: Castello, Malaparte e Ost, dalla quale è scaturita una raccolta di ben 1.044,00 euro.

Nell'ambito della ristrutturazione dell'immobile, sono state installate le nuove persiane della nostra sezione.

Nel mese di aprile abbiamo inviato al Consiglio regionale UICI la somma di 230 euro frutto della raccolta di donazioni da parte dei nostri soci a favore dell'emergenza coronavirus, per l’acquisto di presidi sanitari. Il Consiglio sezionale ha deliberato lo stanziamento di una donazione 500 euro per la medesima finalità.

In settembre è stato creato l'account della sezione sul social network Instagram.

Il 4 ottobre, il nostro socio e Consigliere Delegato Marco Carrai è diventato campione italiano di showdown, motivo di orgoglio anche per la nostra sezione.

Nel mese di ottobre è stato preso contattocon l’Assessore Leoni per il problema riguardante il rilascio dei permessi handicap a chi è sprovvisto di una targa automobilistica da abbinare. Dopo le opportune verifiche effettuate con Consiag, società incaricata della gestione, a fine anno, ci è stata comunicata la risoluzione del problema e, quindi, il permesso disabili ora viene rilasciato anche in assenza di una targa automobilistica da abbinare.

Per quanto riguarda i semafori acustici, ci è pervenuta comunicazione dall’amministrazione Comunale che è stato intercettato un finanziamento per l’adeguamento degli impianti semaforici.

Sostegno ai soci

A gennaio è iniziato, per i soci prenotati, il tanto atteso corso sull'utilizzo dello smartphone Apple Iphone. Contemporaneamente è ripreso il corso per l’utilizzo del pc.
Nel mese di marzo, in considerazione dell’emergenza coronavirus e delle conseguenti restrizioni imposte dal governo, abbiamo contattato tutti i soci, in primis quelli che vivono soli, per comprendere meglio le loro necessità.
Le telefonate sono state molto apprezzate e, con l'occasione, abbiamo comunicato il numero verde messo a disposizione dalla SDS, dai Servizi Sociali del Comune e dalle Protezione Civile, per recapitare a chi non ha una rete familiare, beni di prima necessità.
Inoltre, nell'ottica di mantenere vivo il contatto con i soci, nonostante il particolare momento vissuto, è stata attivata una piattaforma di audio conferenze telefoniche denominata "Globafy", nella qualei soci possono partecipare a incontri settimanali tematici organizzati dal Commissionedella Terza Età. Tra i molti incontri svoltiricordiamo le 2 serate condotte da psicologi del progetto “Stessa strada per crescere insieme”. Questi incontri che potremmo definire di "autoaiuto", sono stati particolarmente apprezzati dai numerosi soci che vi hanno partecipato. Il Corriere dei Ciechi ha dato notizia di questa iniziativa.

Tra le tante difficoltà che abbiamo incontrato in periodo di lockdown, quella dei mezzi pubblici è stata certamente una delle più sentite.Infatti al fine di prevenire il contatto ravvicinato con gli autisti,la CAP aveva inibito a tutti i passeggeri l'uso della porta anteriore dei mezzi creando molte difficoltà alle persone disabili visivi. E’ stato, quindi, organizzato un primo incontro (a cui sono seguite numerose sollecitazioni) con il Comune, nella persona dell’Assessore Leoni, e con Cap dal quale è emersa, però, l'impossibilitàdell’azienda di poter accogliere momentaneamente la nostra richiesta a causa di motivi sindacali interni.

Il Comune, tuttavia, si è fatto portavoce della nostra istanza, segnalando questa problematicaallaRegione Toscana. Nel mese di settembre abbiamo ricevuto comunicazioneche la Cap avrebbe rimosso il divieto di fruizione della porta anteriore sui loro mezzi, avendo provveduto alla schermatura della postazione di guida su quasi tutto il parco macchine.

Rapporti con il territorio
Nel periodo estivo si è concretizzata la collaborazione con l’associazione “Oltre”, che fa parte del complesso di associazioni che operano nella Protezione Civile. Il loro supporto negli accompagnamenti si è rivelato molto utile in questo momento in cui non abbiamo avuto volontari del Servizio Civile muniti di patente.
E’ stata rinnovata, inoltre, la convenzione con il Tribunale di Prato per avvalerci della collaborazione di persone che devono svolgere lavori di pubblica utilità. Questa opportunità ci ha consentito di contribuire a soddisfare le richieste di servizi da parte dei soci.

Prosegue il lavoro dell’associazione “Scegliamo Prato”, di cui facciamo parte insieme a oltre 50 associazioni del comprensorio pratese, con la finalità di costituire una fondazione di comunità.

Attività sportive, culturali e ricreative
Nel mese di gennaio, si è tenuta una rappresentazione teatrale al Museo della deportazione di Figline in collaborazione con l’Associazione Bariba’ di Jacopo Belli.

In febbraio è iniziato il corso di ballo di gruppo, con una prima lezione di prova per tutte le persone interessate. Il corso, molto atteso, è stato promosso dal gruppo di socie che hanno partecipato al progetto “Non si è mai troppo vecchi per essere giovani”.

Sempre nel mese di febbraio, in tempo di Carnevale, si è svolto un bel momento di socializzazione in sezione, presenti molti soci. Si è percepita davvero la voglia di stare insieme!

A settembrealcuni soci hanno partecipato all’evento “Accarezza l’Arte” organizzato da Arcantarte con il nostro Patrocinio. La mostra, realizzata nel cortile di Palazzo Vai, ci ha dato modo di esplorare tattilmente le opere esposte, supportati dalla spiegazione degli organizzatori.

Ancora in settembre è stato organizzato, presso le Cascine di Tavola, un picnic al quale hanno partecipato numerosi soci ed accompagnatori.Una giornata molto riuscita con tanti canti, giochi e gioco a calcio con la palla sonora; tutti quanti in allegria.

Nel mese di ottobre, sempre con l'associazione Arcantarte, si è tenuta la visita al Castello dell’Imperatore. E’ stata una occasione per conoscere in modo più approfondito la cultura e le bellezze della nostra città, con molta soddisfazione da parte dei partecipanti.

Lavoro

Nell’anno 2020 è stato avviato al lavoro un giovane presso la Procura della Repubblica di Prato.

Conclusioni

Certamente, il percorso quinquennale che attende questo nuovo consiglio sezionale si è dimostrato sin da subito irto di ostacoli, viste le grosse criticità e le incertezze sul futuro che, questa pandemia ancora in atto, pone davanti non solo ad ogni possibile progettualità, ma anche riguardo lo svolgimento delle basilari attività di mantenimento di quei traguardi così faticosamente conquistati negli anni.
Speriamo comunque che le iniziative sin qui descritte, possano essere apprezzate dal nostro corpo associativo, un corpo associativo fatto di persone che lo ribadiamo, con la loro vicinanza all'associazione potranno infondere quell'energia vitale necessaria ad affrontare con fiducia le sfide del prossimo futuro.
Un grazie particolare per la nostra Segretaria, che ha lavorato sempre con impegno, passione, pazienza e non ultimo, umana sensibilità, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi. Avere la possibilità di lavorare quasi come in famiglia è un dono prezioso, che ci aiuta a sostenere con responsabilità il ruolo che ci avete affidato.

In attesa di poterci stringere tutti in un abbraccio vero e sincero, liberi finalmente da ogni patema e costrizione, vi auguriamo tanta serenità per voi e per le vostre famiglie.

La presidente
Stefania Scali





Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 29.03.2021

 indietro  inizio pagina
Associazioni a Prato | Rete Civica di Prato Po-Net

La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C valid css