salta la barra
logo Unione Italiana Ciechi Sei in: Unione Italiana Ciechi  Documenti  relmor2019
 indietro
Documenti

Relazione morale per l'anno 2019


Il 2019 è stato un anno intenso e proficuo per la nostra sezione. Questa relazione descrive il lavoro svolto da tutti i consiglieri, dai gruppi di lavoro e dai singoli soci, ciascuno per le proprie competenze e disponibilità.
Permettetemi, nell’iniziare questa relazione, di richiamare l’importanza che il 2020 rappresenta per la nostra associazione, in quanto si tratta dell’anno del centenario dalla sua fondazione. Le manifestazioni che sono state organizzate sia a livello centrale, sia locale, rappresentano una occasione unica per "farci vedere" nella maniera giusta, ovvero come persone che si battono per i loro diritti, ma in una ottica più generale, quella dei diritti umani; e nell'ottica di una società inclusiva, che sappia trasformare i problemi in sfide, che abbia la capacità di condividere tali sfide, anziché lasciarle ai soli diretti interessati. In questi 100 anni l'Unione ha conquistato importanti diritti civili, facendo sì che il cieco, prima giuridicamente inabile, oggi venga considerato cittadino fra cittadini, con tutti i diritti e tutti i doveri scritti nella nostra Costituzione. Lo abbiamo fatto principalmente grazie a servizi e strutture dedicate (scuole speciali, leggi protettive, ecc.). Oggi dobbiamo conservare tutti i punti di forza di quel modello, facendo in modo che questi aspetti vadano a far parte non solo della nostra cultura, ma del modo di pensare e di sentire della comunità nazionale.
A livello regionale si è lavorato a porre le basi per iniziative che, in accordo con la Sede Centrale, contribuissero a dare visibilità alla nostra associazione. Anche la nostra sezione era pronta ad offrire il proprio contributo, in particolare all’iniziativa della Mostra Itinerante che avrebbe dovuto svolgersi alla Fortezza da Basso di Firenze nei giorni 15 e 16 marzo. Purtroppo le criticità derivanti dal Coronavirus ed i conseguenti decreti ministeriali hanno impedito la realizzazione di questo evento. Siamo fiduciosi che possa riproporsi quando l’emergenza sarà terminata.
Tra le altre cose ci preme sottolineare che anche per la nostra sezione il 2020 è un anno particolarmente importante, poiché ricorre il settantacinquesimo anno dalla sua nascita. Cercheremo di celebrare insieme e nei dovuti modi questa importante ricorrenza.
Passiamo adesso ad una rappresentazione della vita della nostra sezione
Progetti
L’attività che più ci ha impegnato e dato delle soddisfazioni è stata senz’altro la pubblicazione del libro “L’ombra della luce”; in particolar modo la presentazione nell’aula Consiliare del Comune, stracolma di persone, alla presenza di varie autorità cittadine. Si è creato da subito un clima di ascolto davvero intenso che ha portato, durante la lettura delle testimonianze, ad emozione e perfino alla commozione. Molti tra privati cittadini, aziende, il Consiglio Regionale, la Sede Centrale ci hanno sostenuto anche finanziariamente. Fra tutte cito soltanto Consiag, che ha contribuito alla pubblicazione del libro con 4.000 euro. A proposito del sostegno riportiamo, inoltre, che il CDA dell’Irifor ha deliberato l’acquisto di 50 libri e la stampa di 10 libri in braille con una o due foto a rilievo se il costo non risulterà troppo elevato. Anche la Sede Centrale ci ha sostenuto con un contributo di 500 euro e con l’acquisto di 100 libri.
Un’altra attività molto interessante, ripresa dopo alcuni anni all’interno del progetto “Non si è mai troppo vecchi …” è il laboratorio delle perline. Sono state coinvolte diverse socie che, con regolarità, si sono incontrate per confezionare vasini, profuma biancheria ecc. Lo stare insieme ha favorito una maggiore conoscenza e lo scambio di esperienze. Ne è risultata accresciuta la socializzazione e l’aiuto reciproco. Sempre all’interno dello stesso progetto si è potuto iniziare un corso base di computer frequentato da vari soci.
In una scuola media della nostra città (Pier Cironi) è stato realizzato un progetto per sensibilizzare alla disabilità visiva. I ragazzi hanno avuto la possibilità di conoscere la nostra vita e farne anche un po’ l’esperienza attraverso una merenda al buio.
Progetto “Medical tre” proposto da Cristian Brunetti, nostro socio: il progetto prevede la riproduzione tridimensionale di una ecografia di un feto. Al fine di verificare la fattibilità del progetto stesso, ci siamo adoperati affinché il comitato scientifico dell’Irifor si pronunci nel merito. Interesse è stato anche riscontrato da parte dell’assessore alla Sanità della Regione.
Attività amministrative e vita della sezione
In quest’anno si sono iscritti alcuni nuovi soci ed è grazie anche al loro contributo che si sono potute realizzare nuove iniziative. Si è evidenziata e accresciuta l’importanza del lavoro di squadra. L’Associazione non è fatta solo dai dirigenti, ma soprattutto dai soci attivi che ne sono il patrimonio.
Con dispiacere devo, purtroppo, sottolineare una reale carenza che si protrae da alcuni anni nella nostra sezione: la mancanza di volontari vedenti. Mi rivolgo a voi tutti perché per questo aspetto ci dovremmo sentire tutti impegnati in prima linea a cercare persone che possano essere di aiuto all’associazione. Come negli altri anni anche nel 2019, comunque, ci siamo attivati e in quest’anno è stata stipulata una convenzione con il Tribunale di Prato per far svolgere nella nostra sezione lavori di pubblica utilità. Ciò ha consentito di poter usufruire del prezioso contributo di tre volontari, molto utili in particolare per gli accompagnamenti.
Il 2019 è stato l’anno della sostituzione della nostra autovettura. La precedente era obsoleta e comportava alti costi di manutenzione. Per l’acquisto siamo stati sostenuti finanziariamente dal nostro Consiglio Regionale ed in particolar modo dal Club Lions Il Castello con una donazione di 4.000 euro. Purtroppo devo sottolineare che la nostra Sede Centrale, per questo acquisto, non ci ha sostenuto in alcun modo.
Siamo entrati nel secondo anno di collaborazione con lo studio Del Ghingaro, che si occupa della tenuta della contabilità in partita doppia e ne stiamo apprezzando la competente consulenza ed il risparmio di tempo che ci consente di poterci impegnare maggiormente nel seguire le varie esigenze della Sezione.
La Presidente e la Segretaria hanno frequentato un corso di fundraising presso il Consiglio Regionale, sostenuto economicamente dalla Sede Centrale. La Segretaria ha seguito, inoltre, un ulteriore corso promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio sempre sul fundraising. Con approvazione unanime del Consiglio, è stato deciso di investire tempo ed energie perché ad oggi le possibilità di finanziamento delle nostre attività si veicola principalmente attraverso la presentazione di progetti a Enti, Fondazioni, ecc..
Il nostro referente informatico prosegue con regolarità la collaborazione con il Comune di Prato per la verifica dell’accessibilità del sito web della Rete Civica.
Nel mese di giugno si è svolta presso la sede, alla presenza di una ventina di soci, una dimostrazione della ditta Visiondept con la presentazione di Orcam, ovvero una telecamera posta sulla montatura di un occhiale che riconosce e riproduce in voce il contenuto di un testo cartaceo.
Continua regolarmente la fornitura di libri con supporto audio, attraverso la gestione del Libro Parlato affidata alla sezione, per i soci che ne fanno richiesta.
Sul fronte mobilità, abbiamo avuto un incontro con i dirigenti CAP Autolinee per cercare di dirimere il problema degli abbonamenti, in particolar modo a favore degli ipovedenti. In quell’occasione abbiamo fatto presente i vari disservizi che si riscontrano facendo uso dei Bus: sintesi vocali non accese, eccessiva distanza
dalla fermata nel far scendere il non vedente, ecc. Abbiamo, altresì, dato seguito a questa comunicazione grazie alla vostra collaborazione, inviando mail di segnalazione per i disservizi. Vi chiediamo di proseguire nel segnalarci altri eventuali criticità, che provvederemo ad inoltrare con tempestività.
Come ogni anno, a dicembre, abbiamo festeggiato S. Lucia. Al pranzo sociale eravamo 53 partecipanti presso il ristorante Lapo. Nel pomeriggio abbiamo partecipato alla S. Messa celebrata dal nuovo Vescovo Giovanni Nerbini; circa 40 i partecipanti. Alla S. Messa era presente anche l’Assessore Santi.
In quest’anno abbiamo consegnato a Cecchi Maria Grazia la medaglia per le nozze d’oro con l’Unione. Abbiamo festeggiato e brindato con la nostra socia che è stata particolarmente contenta ed ha ringraziato calorosamente.
Sostegno ai soci
Oltre a quanto viene normalmente svolto dalla sezione, nel 2019, abbiamo effettuato due specifiche attività di sostegno.
Per un nostro giovane socio abbiamo favorito l’adesione al progetto “L’anello mancante” attraverso il quale viene aiutato da un lettore nell’espletamento dei compiti a casa. Il progetto prevede la compartecipazione alla spesa da parte della famiglia.
Stiamo seguendo due fratellini, non ancora in età scolare, ed abbiamo favorito la partecipazione, attraverso gli accompagnamenti, alla frequentazione di un corso di psicomotricità presso il centro di riabilitazione visiva a Careggi.
Rapporti con il territorio
Nel 2019 si è costituita a Prato l’Associazione “Scegliamo Prato” che ha come obiettivo la creazione di una Fondazione di Comunità. Ne facciamo parte insieme a oltre 50 associazioni del territorio pratese.
A novembre, dopo anni di discussioni e preventivi, sono iniziati i lavori di rifacimento del tetto e della facciata del Condominio ove ha sede la nostra Sezione. Essendo l’immobile di proprietà della Sede Centrale i lavori di straordinaria amministrazione sono a carico della proprietà. Dobbiamo però seguire con attenzione l’andamento dei lavori perché, a causa di ritardi nell’esecuzione e della non completezza nel capitolato/progetto, si è già strutturato un contenzioso tra l’impresa che esegue il lavoro ed il condominio. Da parte del Condominio è già stato nominato un avvocato di parte per seguire il suddetto contenzioso.
Attività sportive, culturali e ricreative
Per iniziativa del socio Brunetti, il sabato di Pasqua è avvenuta la sperimentazione del footgolf presso il Golf Club Le Pavoniere. Sei soci, fra ipo e non vedenti, hanno fatto una mini gara sul campo, assistiti da giocatori vedenti, con molta soddisfazione. Al termine la premiazione ufficiale ed un drink offerto dal Club Le Pavoniere.
Nel settembre abbiamo avuto alcuni incontri con gli Assessori Mangani e Santi e l’Associazione Arcantarte per l’organizzazione e la pianificazione della mostra “Visivamente”. Oltre che con l’Amministrazione Comunale e con la Provincia, la collaborazione con Arcantarte si è rivelata molto positiva. La mostra si è, poi, svolta nello scorso mese di febbraio 2020.
Per alcuni mesi è stato fatto un laboratorio teatrale, tra vedenti e minorati della vista, che ha portato ad una rappresentazione nel mese di novembre.
Continua la collaborazione con l'associazione Biribà che ha permesso ad alcuni nostri soci, dopo l'esperienza del precedente anno che li ha portati alla realizzazione dello spettacolo "Il profumo dei ricordi" replicato anche nel marzo 2019, di realizzare un nuovo spettacolo intitolato "Nel terreno della memoria". Lo spettacolo, basato su testimonianze della seconda guerra mondiale, è stato portato in scena nel gennaio del 2020
Lavoro
Nell’anno 2019 è stata avviata al lavoro presso il Tribunale di Prato una nostra socia.
Per quanto concerne l’ambito lavoro sarebbe necessario, essendoci varie richieste, attivare il corso per centralinisti non vedenti. Il corso regionale, tuttavia, non riesce ad avviarsi per l’alto costo iniziale che i corsisti dovrebbero sostenere. Tale spesa verrebbe poi rimborsata dalla Regione, al raggiungimento del 75 per cento della frequenza al corso stesso. Questa criticità è già stata da noi segnalata al Consiglio Regionale.
Conclusioni
In questi ultimi anni del nostro mandato ho avuto il piacere di collaborare con il Consiglio sezionale che ha sempre lavorato con spirito di collaborazione e con un coinvolgimento collegiale nelle decisioni da prendere. Un ringraziamento sincero a voi tutti per il sostegno che mi avete offerto, con suggerimenti, consigli e critiche, sempre costruttive.
Pur consci che molto ci sarebbe da fare siamo contenti di concludere il nostro mandato constatando che le molte attività intraprese hanno portato la sezione a risollevarsi anche finanziariamente.
Un grazie sentito al Consiglio Regionale ed al suo Segretario che ci hanno supportato durante tutto il corso del nostro mandato.
Un grazie particolare per la nostra Segretaria, che ha lavorato sempre con impegno, passione, pazienza e sensibilità umana, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi. Avere avuto la possibilità di lavorare quasi come in famiglia è un dono prezioso, che mi ha aiutato a sostenere con responsabilità il ruolo che mi avete affidato.

La Presidente
Stefania Scali



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 01.07.2020

 indietro  inizio pagina
Associazioni a Prato | Rete Civica di Prato Po-Net

La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C valid css