salta la barra
logo Unione Italiana Ciechi Sei in: Unione Italiana Ciechi  Documenti  relmor2018
 indietro
Documenti

relazione morale 2018


Care amiche ed amici,

ringrazio tutti voi della presenza a questo momento molto importante della vita associativa e desidero iniziare questa relazione ripercorrendo alcuni momenti significativi del 2018 appena trascorso, che hanno segnato, speriamo in positivo, la realtà della nostra Associazione.

Alcune notizie di carattere generale:
Fra le iniziative promosse dal nostro Consiglio Regionale ricordiamo:
L’esternalizzazione della tenuta della contabilità di tutte le sezioni della regione con gara di appalto tra diversi studi commerciali. E’ risultato aggiudicatario lo Studio Del Ghingaro di Lucca. L’esternalizzazione è iniziata dal mese di Gennaio 2019.
La presentazione, da parte del Consiglio Regionale della Toscana, del progetto per il Servizio civile universale. Un unico progetto a livello regionale che ha permesso di sollevare le sezioni dal gravoso compito di stilare un progetto ciascuna.
L’organizzazione di un corso di progettazione e Found raising in collaborazione con la società Confini Online. La Presidente e la segretaria della nostra sezione hanno frequentato tale corso, non ancora ultimato, con il sostegno economico dalla sede centrale.

Notizie della Sezione:
Già dall’inizio del 2018, come annunciato nella precedente assemblea, la nostra sezione ha operato con il nuovo sistema contabile in partita doppia. L’esperienza, peraltro, positiva si è conclusa al 31/12/2018 con l’esternalizzazione sopra richiamata.
I lavori di rifacimento tetto e facciata, approvati e da noi saldati con il totale contributo della Sede Centrale, non sono stati, purtroppo, ancora avviati. Sottolineiamo che la nostra sezione ha adempiuto nei termini ai propri obblighi.
Al fine di regolarizzare la nostra posizione per le normative sulla prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro e per poter realizzare un progetto di alternanza scuola-lavoro, la presidente e la segretaria hanno frequentato e superato rispettivamente il corso RSPP (32) e RLS (32).
Sono stati raccolti € 3.072,77 attraverso il 5xmille. Continua l’impegno del Consiglio Sezionale per incrementare tale cifra. Si richiede il medesimo impegno a tutti i soci, senza il quale, siamo consapevoli, sarà ben difficile ottenere migliori risultati.
Di particolare rilievo sottolineiamo l’inserimento al lavoro presso il Comune di Prato di una nostra socia. Inoltre, grazie al nostro intervento presso l’ufficio legale della sede centrale, che ha interpellato il Ministero della Giustizia, si è sbloccato il posto da centralinista non vedente presso il Tribunale di Prato ed è stata avviata al lavoro l’ultima nostra socia in lista di disoccupazione al Centro per l’Impiego. Purtroppo ancora non si riesce a trovare un’occupazione per un nostro socio fisioterapista.
Per il superamento delle barriere architettoniche è proseguito il costante monitoraggio dell’istallazione dei semafori acustici. A tal proposito sono stati effettuati vari incontri con l’Assessore Alessi.
Nel 2018 la sezione ha proseguito nella attività di consulenza e assistenza in materia pensionistica e socio previdenziale, a favore dei soci e di tutti i minorati della vista che ne hanno fatto richiesta; avvalendosi della collaborazione ormai consolidata con il Patronato Anmil, anche nel 2018 sono state seguite numerose pratiche per il riconoscimento, non solo della cecità, ma di tutte le minorazioni civili, e molte sono andate a buon fine, portando così nelle casse associative un contributo economico, seppur di modesta entità.  Poiché i casi che vengono sottoposti alla nostra attenzione presentano spesso aspetti particolarmente problematici e di dubbia interpretazione, si sta cercando di instaurare una collaborazione ed un confronto diretto, anche via telefono o mail con la Sede Inps di Prato, al fine di fornire informazioni precise ed esaustive anche con riferimento alle questioni di più difficile soluzione. 
A seguito della riorganizzazione operata a livello regionale in materia socio-sanitaria, la Sezione è entrata a far parte, con un proprio rappresentante, del Comitato di partecipazione di zona-distretto Area Pratese, organismo consultivo il cui scopo è quello di permettere la collaborazione dei cittadini ai processi di disegno e sviluppo dei servizi socio sanitari, mediante un fattivo contributo al processo decisionale e di monitoraggio degli stessi. 
La partecipazione della Sezione a tale organismo è stata possibile previa adesione ad un protocollo d'intesa, sottoscritto con l'azienda sanitaria pratese, con cui sono state definite le modalità di confronto permanente sulle tematiche della qualità dei servizi e della partecipazione degli utenti.
Attraverso tale Comitato sarà possibile rappresentare e portare avanti le esigenze ed i bisogni di salute delle persone con disabilità visiva in ambito locale, affinché i servizi sanitari offerti siano il più possibile adeguati a tali esigenze.

Come già anticipato nella relazione programmatica e al fine di incrementare le risorse umane a disposizione dell’associazione e di tutti i soci, è stata presentata al Tribunale di Prato la richiesta di iscrizione della Sezione nell’elenco delle organizzazioni no profit, abilitate ad accogliere coloro per i quali sia stata disposta dall’autorità giudiziaria la misura della messa alla prova (lavoro di pubblica utilità).
E’ stata inviata la documentazione necessaria al Presidente del Tribunale, cui è attribuita la competenza a decidere in materia e, recentemente, è stata sottoscritta la convenzione.

Per quanto riguarda l’istruzione, ricordiamo che soltanto pochi non vedenti in età scolare sono iscritti alla nostra sezione, anche se molte volte sono seguiti dal centro di documentazione. Negli anni precedenti avevamo seguito in particolare una bambina inserita nella scuola materna.
Attualmente stiamo seguendo, presso i locali della nostra sezione, per l’alternanza scuola-lavoro in maniera organica e sollecita uno studente che frequenta la scuola secondaria superiore.
Abbiamo partecipato in più di un'occasione ai consigli di classe, oltre a mantenere contatti con gli insegnanti di sostegno e con le varie figure che vi partecipano. Si cerca di fargli prendere contatto con i vari strumenti informatici e di apprenderne il funzionamento; lo si inizia all'autonomia personale e ad orientarsi sia negli ambienti chiusi che all'esterno. Cerchiamo di responsabilizzarlo e di incitarlo a prendere coscienza che il possesso di alcune abilità gli potranno essere utili nella vita futura, soprattutto in vista di un inserimento lavorativo.
Abbiamo, inoltre, partecipato al Convegno, organizzato dall'ufficio scolastico pratese, per una scuola inclusiva, nel quale molte testimonianze di inserimento e i metodi didattici proposti hanno evidenziato la necessità che la persona sia seguita individualmente al fine di potenziare le proprie specifiche capacità.
Nella scuola media di Poggio a Caiano sono stati effettuati, inoltre, da un nostro socio due incontri per sensibilizzare i ragazzi sulla disabilità visiva. Gli studenti si sono dimostrati molto interessati, facendo varie domande. Anche un’altra nostra socia si è recata presso l’Istituto Dagomari per insegnare un migliore utilizzo del centralino ad un ragazzo non vedente che sta facendo l’inserimento socio-terapeutico presso il centralino della scuola.

Iniziative della sezione a livello provinciale nel 2018
Per la festa di Santa Lucia abbiamo organizzato un pranzo sociale, con un parziale contributo da parte della sezione, che ha visto la partecipazione di 43 persone tra soci e accompagnatori. A seguire abbiamo partecipato alla S. Messa celebrata dal Vescovo Mons. Agostinelli. Tutti i partecipanti sono rimasti contenti di questo momento di condivisione.
Quattro passi al buio è stata una manifestazione, organizzata in collaborazione con il Lions Il Castello, che prevedeva un percorso bendato attorno al Castello dell’Imperatore. Manifestazione riuscita, tuttavia con scarsa partecipazione dei cittadini. Abbiamo avuto la presenza di TV Prato, che ha realizzato una intervista, e diffusione sulle testate giornalistiche locali.
Insieme a molte associazioni presenti sul territorio pratese abbiamo partecipato alle riunioni introduttive della nuova Fondazione di Comunità; iniziativa volta a creare una rete di solidarietà per la raccolta fondi, utili allo sviluppo di progetti per il terzo settore. La nostra adesione si è concretizzata nel 2019.
Anche nel corso del 2018 sono state realizzate varie cene al buio e pranzi sociali per sensibilizzazione e raccolta fondi.
Come ogni anno abbiamo provveduto a presentare il progetto “Camminare insieme 2018” alla Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. Il progetto è stato approvato ed ha comportato lo stanziamento di un contributo di 3.000 euro.
Per il Servizio Civile Nazionale e Regionale, con l’aiuto del personale del Consiglio Regionale, abbiamo presentato i relativi progetti. Nel corso del 2018 abbiamo usufruito della presenza di tre risorse, per tutti noi molto utili.

Per quanto riguarda gli ausili e le nuove tecnologie si è garantita la consulenza ed assistenza in campo tiflotecnico e tiflologico ai soci e non che ne hanno fatto richiesta; in particolare per quanto concerne i dispositivi elettronici ed informatici con particolare attenzione al settore degli smartphone che è sempre in continua evoluzione.
E' stata anche fornita a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta assistenza anche domiciliare in materia informatica e, nei mesi autunnali, è stato tenuto un corso personalizzato sull'uso del computer e dei software assistivi ad una socia che è in procinto di entrare a lavoro.
E' proseguita inoltre la collaborazione con la Rete Civica del Comune di Prato, che ha richiesto l'intervento della Sezione per testare l'accessibilità   dei siti web locali della pubblica amministrazione da essa realizzati.
Per la cultura e il tempo libero è stata organizzata una visita guidata presso il percorso tattile del Museo del Duomo di Firenze ed un’altra presso il Museo del Tessuto di Prato. Qui è stato possibile toccare diversi tipi di fibre e materiali nonché macchinari d’epoca. Infine abbiamo avuto la possibilità di toccare alcune ricostruzioni di bustini e abiti indossati in un film dall’attrice che impersonava Maria Antonietta.
La terza visita è stata realizzata alla Mostra “Accarezza l’Arte”, “seconda edizione”, dove è stato possibile toccare sculture di vari materiali di vari artisti, tra cui anche un giovane non vedente.
Due soci della nostra sezione praticano lo showdown, ed hanno conseguito risultati lusinghieri sia a livello nazionale che internazionale.

“L’ombra della luce” è il titolo del libro fotografico di Fabrizio Tempesti al quale abbiamo collaborato e lavorato nel corso di tutto il 2018. A seguito della mostra del dicembre 2017 “La normalità nelle difficoltà” il fotografo Tempesti ha scattato molte altre foto che sono andate a comporre il libro unitamente a testimonianze di alcuni di noi e ai contributi della scrittrice Dunia Sardi, dell’attrice Pamela Villoresi e dell’Assessore Mariagrazia Ciambellotti. A sostegno di questa iniziativa abbiamo ricevuto contributi economici da aziende, associazioni e privati a totale copertura delle spese della pubblicazione.
Vorremmo ringraziare i volontari del Servizio Civile Nazionale e Regionale che hanno prestato la loro attività nel corso del 2018 e dare un caloroso benvenuto ai nuovi giovani entrati in servizio recentemente. Ringraziamo anche tutti gli altri volontari pratesi che ci hanno supportato nelle nostre iniziative.

A conclusione, ma non in ultimo per importanza, vogliamo ringraziare per il loro impegno e competenza dimostrata, il segretario del Consiglio Regionale, la nostra segretaria sezionale Melina Ferro, e i Sindaci Revisori. 
 
 
La Presidente
Stefania Scali




Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 08.04.2019

 indietro  inizio pagina
Associazioni a Prato | Rete Civica di Prato Po-Net

La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C valid css