salta la barra
logo Unione Italiana Ciechi Sei in: Unione Italiana Ciechi  Documenti  relaz2019
 indietro
Documenti

Relazione programmatica per l'anno 2019


Cari soci, dal 2012 mancava questo appuntamento assembleare. La nostra dirigenza nazionale ci consentiva di avere una sola assemblea in aprile, dove si riferiva tutto ciò che si era svolto nell’anno trascorso e si programmava il futuro. Questo ci permetteva di risparmiare sui costi organizzativi; la nostra direzione nazionale e le normative sul terzo settore richiedono ora una relazione programmatica entro il mese di novembre nella quale si espone ciò che vorremmo svolgere nell’anno che verrà.

Cari amici, i temi da affrontare sono conosciuti; le difficoltà sono sempre molte, la crisi che ormai ci attanaglia da tanti anni, ci crea e ci ha creato danni che ormai ci trasciniamo da tempo. I governi che si susseguono ci promettono sempre tanto, ci dicono che vedono una luce in fondo al tunnel. Noi che questo tunnel lo viviamo quotidianamente, saremmo ormai stanchi di tante promesse, di tanti “faremo e ci impegneremo. Ora, che nell’attuale governo giallo verde siede un non vedente, si è pensato anche ad un ministero della disabilità: ci potremo aspettare qualcosa di migliorativo?
Sicuramente dobbiamo continuare ad adoperarci per il confronto, dobbiamo lottare con la dialettica per far valere i nostri diritti, uniti possiamo far sentire il nostro peso e la nostra voce.

Nel 2018 è andata a regime la contabilità ordinaria in partita doppia, e nel 2019, grazie al sostegno della Sede Centrale, del Consiglio Regionale e di una quota parte a carico della sezione, la contabilità verrà esternalizzata. Si dovrebbe ottenere, così, uno snellimento del lavoro di segreteria e la disponibilità di un tempo maggiore da dedicare al rapporto diretto con i soci.

Quasi certamente anche per il 2019 avremo l’indispensabile aiuto dei giovani del servizio civile, che andranno a sostituire l’attuale risorsa che cesserà nel marzo 2019. Allo scopo di avere questa continuità, nei termini dovuti abbiamo presentato un progetto al momento della pubblicazione del nuovo bando.

Le eventuali proposte di progettazione provenienti da enti ed associazioni e/o dai soci, verranno valutate tenendo conto sia delle forze a disposizione, sia della validità delle singole proposte; sono stati, comunque, predisposti gli opportuni strumenti per poter usufruire della collaborazione e del supporto dell’IRIFOR.

Se nell’anno 2019 non verranno ultimati i lavori di adeguamento dei semafori con segnalazione acustica, continueremo a monitorare il lavoro dell’Amministrazione Comunale fino al raggiungimento dell’obiettivo.
Con la medesima attenzione seguiremo le problematiche concernenti la viabilità e il rifacimento di alcune strade sia del centro città che della periferia, nonché la progettazione, a livello regionale, riguardante i trasporti pubblici su gomma delle linee urbane ed extraurbane ed i trasporti ferroviari regionali.

La nostra referente nel Comitato di tutela delle associazioni della ASL 4 Toscana Centro, proseguirà fino al termine del mandato l’azione di monitoraggio al fine di verificare che gli impegni presi dalla direzione dell’Ospedale Santo Stefano, per il miglioramento dell’accessibilità al nosocomio, vengano rispettati. In particolare verrà richiesto un servizio di accompagnamento all’interno dell’ospedale, da effettuarsi su prenotazione. Verrà, inoltre, proposta al Comitato sopra menzionato, la realizzazione di un corso di formazione o di una brochure affinché il personale sanitario (Infermieri, OS e ADB) sia messo in condizione di assistere correttamente ipovedenti e non vedenti ricoverati presso ospedali e residenze assistite. Eventuali istanze promosse in merito da altre associazioni cittadine verranno tenute in debita considerazione.

Le commissioni della nostra sezione continueranno a lavorare tra loro in sinergia, in particolare sintonia con la commissione ausili e nuove tecnologie, poiché gli ausili informatici incidono molto nella vita quotidiana e nella nostra autonomia.

Lavoreremo per portare più giovani all'interno della sezione, così da poter organizzare incontri e uscite tra loro. Continueremo ad organizzare uscite di tipo culturale ed eventuali incontri a carattere sportivo.

Nel 2019 la Sezione, in attuazione dei propri compiti istituzionali, continuerà a supportare tutte le persone con disabilità visiva, iscritte e non iscritte all'Associazione, che ad essa si rivolgano. Si cercherà, infatti, di far fronte, nei limiti delle nostre competenze e possibilità, alle varie richieste di informazioni concernenti le minorazioni visive e le altre forme di disabilità, con particolare riguardo ai profili pensionistici, previdenziali e socio-assistenziali. In quest'ottica proseguirà la collaborazione con il Patronato AMNIL per la presentazione ed istruttoria delle pratiche di accertamento delle minorazioni civili (cecità civile, invalidità civile, handicap e disabilità).
Per quanto riguarda l’aspetto dell’inserimento lavorativo, dopo aver conseguito recentemente un inserimento al centralino del Comune di Prato, auspichiamo di poter effettuare l’avviamento dell’ultima nostra socia iscritta nelle liste di collocamento dei centralinisti non vedenti, avendo già individuato una scopertura e L’Ente interessato avviato le pratiche.

Continuerà, comunque, la collaborazione con il Centro per l’impiego al fine di effettuare un attento monitoraggio per eventuali posti che si rendessero disponibili sia in aziende private e/o pubbliche per assunzioni e/o eventuali mobilità.
Continuerà anche nel 2019 presso la nostra sezione, l’alternanza scuola lavoro di un nostro socio che frequenta la quarta classe di un Istituto superiore della nostra città.

Proseguiremo con il servizio di riproduzione dei testi del LIBRO PARLATO richiesti dai soci.

La situazione economica della nostra sezione richiede sempre un costante monitoraggio. Le iniziative per la raccolta fondi assunte negli anni scorsi cominciano ad essere meno efficaci; dovremmo esaminare con maggiore attenzione gli aspetti da approfondire e le iniziative da indirizzare verso le mutate esigenze sociali. Molte iniziative di raccolta fondi sperimentate in passato adesso risultano obsolete, poco redditizie e richiedenti un grande dispendio di tempo e di energie.

Per l’anno 2019 abbiamo preventivato l’acquisto di un nuovo automezzo in quanto l’attuale è vecchio ed estremamente costoso nella manutenzione. A questo scopo abbiamo già presentato progetti di raccolta fondi.
Abbiamo, inoltre, in programma la pubblicazione di un libro di foto sulla disabilità visiva con il Patrocinio del Comune di Prato e, al fine di promuoverlo, organizzeremo un evento aperto alla cittadinanza.

Cari soci, vi abbiamo presentato ciò che proveremo a fare nel 2019 come Consiglio insieme alla nostra Segretaria e ai giovani del Servizio Civile, ma è con i vostri suggerimenti e richieste e soprattutto con il vostro attivo supporto che potremo realizzare gli obiettivi programmati.


La Presidente
Stefania Scali





Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 13.11.2018

 indietro  inizio pagina
Associazioni a Prato | Rete Civica di Prato Po-Net

La pagina rispetta le specifiche XHTML 1.0 del W3C valid css